lutto a busca

Addio a mamma Cristina fondatrice degli Angeli rosa

Moglie del Maresciallo Imperatori

Addio a mamma Cristina fondatrice degli Angeli rosa
Pubblicato:
Aggiornato:

Aveva fondato “Gli angeli rosa", per dare aiuto ai malati di tumore. In quel dolore, che la attanagliava dal 2019, ha trovato la forza di essere di sollievo agli altri, provando in prima persona cosa voglia significare avere un cancro.

Proprio questo male, quattro anni dopo, se l’è portata via.

Mercoledì alle 10,30, nella chiesa parrocchiale di Centallo, si celebrano le esequie di Cristina D'Agostaro, mancata a 51 anni. Cresciuta a Centallo, era molto conosciuta a Busca, dove si era trasferita con il marito Stefano Imperatori, stimato comandante della locale stazione dei carabinieri.

Madre di tre figli, Andrea, Christian e Linda, era amata e benvoluta da tantissime persone anche per il suo impegno a favore degli altri, una spiccata sensibilità per i tanti malati che, prima o poi nella vita hanno bisogno di un “angelo rosa”. Non un'assistenza medica o psicologica, ma un sostegno nel disbrigo di faccende pratiche che, quando si scopre di avere un tumore, si tralasciano o non si hanno il tempo e la forza di gestire.

Lei era stata, con tenacia e dedizione, la prima di questi angeli, testimonial silenzioso di un modo encomiabile di affrontare i danni della vita, restando comunità, provando a capirsi e a darsi forza, facendo squadra.

A lei, Cristina D’Agostaro, era stato assegnato, proprio per il suo impegno a favore degli altri con l'associazione, il Premio Radio Centallo quale “Centallese dell’anno”.

E sono proprio i volontari che hanno seguito le sue orme a salutarla con un messaggio toccante: «Ognuno di noi sicuramente conserva nel profondo un grazie per te che hai creato riserve di amore un po’ ovunque, rifugi caldi tra le parole e i caffè, nei tuoi abbracci lunghi e sinceri. Dietro agli angoli bui delle difficoltà di chiunque, restavi in ascolto, pronta a fare qualcosa che poi si rivelava indispensabile. Nonostante il tuo male silenzioso. Hai provato ad allontanarlo dispensando tutto il bene, dando vita ad angeli rosa hai creato un’opportunità nello spazio e nel tempo ai malati di tumore e ai loro famigliari, ma anche a chi sentiva la necessità di rendersi utile». «Grazie per la tua luce, il tuo sostegno. Grazie per aver sempre insistito a renderci tutti migliori. Questa terra molto probabilmente non ti merita, ma della tua forza ne avevamo ancora tutti bisogno. Fai buon viaggio, cuore grande. Ti vogliamo bene».

Con i figli e il marito Stefano, Cristina lascia la mamma Anna, il papà Renato, la sorella Isabella con Marco e Gaia, i fratelli Sebastiano e Matteo e la suocera Loredana.

Questo e molto altro sulla Gazzetta in Edicola

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031