giorno della memoria saluzzo

Giorno della Memoria, venerdì aprono sinagoga e cimitero ebraico

Venerdì è il giorno della memoria e Saluzzo apre la sinagoga e cimitero ebraico

Giorno della Memoria, venerdì aprono sinagoga e cimitero ebraico
Pubblicato:

La Giornata della Memoria è una ricorrenza internazionale, voluta dall’Onu, celebrata il 27 gennaio di ogni anno per commemorare le vittime dell’Olocausto. La data, come noto, è stata scelta perché in quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

Anche quest’anno il Comune di Saluzzo, in collaborazione con la Comunità ebraica di Torino e altri partner, ha organizzato un programma di iniziative. La commemorazione ufficiale è anticipata a venerdì 26 gennaio perché il sabato (il 27 gennaio appunto) per i fedeli della religione israelitica è “shabbat”, il giorno della settimana dedicato interamente al riposo.

Quella mattina il ritrovo per i consueti momenti di riflessione e approfondimento è alle 10,30 nella sinagoga di via Deportati ebrei e alle 11,30 dal cimitero israelitico di via Lagnasco. Interverranno il sindaco di Saluzzo Mauro Calderoni, il vescovo Cristiano Bodo e Mattia Terracina in rappresentanza della Comunità ebraica di Torino.

Gli appuntamenti proseguiranno domenica 28 gennaio dalle 14 alle 18 con l’Archivio storico che presenta un’esposizione incentrata sulle vicende della Comunità ebraica saluzzese e con la Biblioteca dei fondi storici che propone un focus sulle donazioni da Francesco Costa, morto a Mauthausen nel 1944.

Lunedì 29 alle 16 nei locali del Quartiere, c’è la presentazione di “Un’educazione europea”, mostra dedicata al tema della confisca dei beni degli ebrei, a cura dell’istituto Soleri Bertoni. A seguire intervento di Fabio Levi, docente ordinario di Storia contemporanea a Torino che si confronta con Erika Salassa, archivista alla “Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura”. Alle 18,30 sempre al Quartiere, viene ospitato l’ex deputato Emaunele Fiano che presenta il suo libro “Sempre con me. Le lezioni della Shoah”, nell’ambito di “Trame di Quartiere”. Dialogano con l’autore l’assessore comunale Attilia Gullino e Paolo Allemano, presidente dell’Anpi provinciale.

Martedì 30 alle 16, ancora nella Sala tematica del Quartiere, nell’ambito della rassegna “Il Tempo ritrovato”, Gigi Garelli, direttore dell’Istituto storico della Resistenza di Cuneo, presenta “Gli ebrei di Saint Martin Vésubie ed il campo di deportazione di Borgo San Dalmazzo”.

Ultimo appuntamento venerdì 2 febbraio alle 16,30 ancora nella Sala tematica con “La Polonia nel destino della deportazione”, dialogo tra Krystyna Roza Jaworski, docente ordinaria di Lingua e Letteratura polacca a Torino e Ulrico Leiss De Leimburg, console onorario della Repubblica di Polonia a Torino, con la partecipazione di Simone Bergalla del Soleri Bertoni.

Questo e molto altro sulla Gazzetta in edicola e in digitale

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031