Sanità a busca

Nasce a Busca lo sportello della sanità

Aiuterà i cittadini nei rapporti con l’Asl promosso dal comitato “vivere la costituzione”, con l’appoggio di “un’altra Busca”

Nasce a Busca lo sportello della sanità
Pubblicato:

Venerdì 12 luglio sarà attivato anche a Busca lo sportello del comitato Vivere la Costituzione. Già operativo a Cuneo da maggio, vuole essere un punto di ascolto e sostegno per i cittadini, che quotidianamente si scontrano con le difficoltà di accesso alle prestazioni del Servizio sanitario, con tempi di attesa notevolmente lunghi e non conformi alle indicazioni riportate sulla richiesta medica, agende di prenotazione non disponibili, sede di esecuzione delle prestazioni fuori dal territorio dell’Asl Cn1 e con necessità per gli utenti di rivolgersi alle strutture sanitarie private o di rinunciare alle cure.

Spiegano gli ideatori: «Nostro primo obiettivo è la difesa del diritto alla salute, sancito dalla Costituzione italiana e supportato da una ricca normativa e la salvaguardia del Sistema sanitario nazionale, attraverso incontri pubblici con la popolazione, sensibilizzazione dei cittadini, una raccolta di firme a tutela della sanità pubblica (2800 firme raccolte e 300 adesioni al Comitato), attivazione degli sportelli territoriali, anche per facilitare l’inoltro delle istanze contro le liste d’attesa».

Il Comitato ha tra i promotori e componenti più attivi molti professionisti della sanità cuneese. Ha messo a punto un modulo per il cittadino, da compilare e inviare all’Ufficio relazioni col pubblico dell’Asl di residenza, al fine di segnalare il mancato rispetto dei tempi d’attesa o l’impossibilità a effettuare la prenotazione. E chiede all’Asl di poter usufruire del servizio di libera professione intramuraria, a titolo gratuito per l’utente.

A Busca, la filosofia, le motivazioni e le iniziative di Vivere la Costituzione sono condivise dal gruppo “Un’altra Busca è possibile”, che ha organizzato uno sportello sul territorio comunale e che si prefigge di proseguire in autunno con un programma di sensibilizzazione. Dicono: «Considerata la sempre più drammatica situazione delle liste d’attesa è urgente creare uno spazio di ascolto dei bisogni della popolazione e sopperire alla necessità di ottenere prenotazioni congrue alle esigenze di salute, nonché facilitare i cittadini nella compilazione ed invio del modulo di istanza».

I locali per lo sportello sono stati messi a disposizione dal parroco Roberto Bruna. Il Comune ha dato la propria disponibilità nel contribuire alla dotazione di eventuali strumentazioni tecnologiche. I cittadini potranno rivolgersi allo sportello il venerdì, dalle 9.30 alle 11.30, nei locali abitualmente utilizzati per i servizi della Caritas parrocchiale, in piazza della Rossa.

Info: viverelacostituzione@gmail.com

Questo e molto altro sulla Gazzetta in edicola e in digitale

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031