rudunà a saluzzo

La “rudunà” raddoppia le mandrie sfilano sabato e domenica

La rudunà saluzzese avrà due date

La “rudunà” raddoppia le mandrie sfilano sabato e domenica
Pubblicato:
Aggiornato:

La “Rudunà” raddoppia: le mandrie di Piemontese sfileranno per le vie del centro cittadino sabato pomeriggio e, per la prima volta, domenica mattina.

È il weekend della Piemontese a Saluzzo. Sabato 4 e domenica 5 torna la manifestazione che celebra “l’orgoglio margaro”.

Sabato le vie di Saluzzo diventano vie di transumanza. Alle 17 sfileranno oltre 100 animali con i loro “rudun” al collo, accompagnate dai margari. E quest’anno si raddoppia, domenica mattina, la seconda grande sfilata alle 11.

Il foro boario sarà invece per due giorni casa casa con mostra, prodotti tipici e spettacoli di cavalli Merens, infaticabili compagni degli allevatori di montagna.

La Rudunà si presenta come il “prologo” della salita agli alpeggi degli allevatori dei bovini di razza Piemontese, che tradizionalmente avviene nel mese di giugno. Celebra però anche l’uscita dalle stalle delle mandrie dopo il freddo inverno e i primi momenti di pascolo degli animali, che iniziano a muoversi in mandria, guidati dai margari e ad avvicinarsi alle valli. Per il pubblico sarà un concerto di campanacci, tra gli occhi orgogliosi di chi mostra il proprio lavoro.

La manifestazione organizzata dal Comune di Saluzzo e dall’associazione Arema si aprirà al foro boario sabato alle 16, con la mostra degli animali e l’area dedicata ai prodotti del territorio. Alle 17 la prima sfilata, con oltre 100 capi bovini guidati dai margari. Quest’anno, oltre alle mandrie bovine con i campanacci a festa, anche un gregge di pecore e alcuni cavalli Merens.

Alle 18 il foro boario si animerà con lo spettacolo dei cavalli Merens, cui seguirà la tradizionale e succulenta cena dei margari alle 20,30 (prenotazioni al 348-7342677 oppure al 348-2714049). Nel corso della serata, premiazione dei margari, rudun all’asta e musica dal vivo con orchestra e ballo liscio.

Domenica 5, dalle 9, apertura del foro boario con mostra delle mandrie di Piemontese e mercato dei prodotti del territorio. Alle 10 spettacolo con i cavalli Merens. Alle 11 le mandrie si metteranno in marcia per la seconda Rudunà nelle vie del centro. Nel pomeriggio, dalle 14, spettacoli con i cavalli con “Quagliotti Performance Horses”. Per l’intera giornata (dalle 9 alle 16) possibilità di degustazioni con la “merenda del margaro”.

«La Rudunà - spiegano il presidente Arema Massimo Tribolo e il segretario Giovanni Fina - è il segno della storia e della tradizione di un mondo che affonda le radici in un passato lontano, ma vive il presente e si affaccia al futuro con attenzione, rispettando l’ambiente, le biodiversità e presidiando il territorio. Il pastoralismo, l’alpeggio e la transumanza sono valori sociali e culturali da tutelare e narrare. Gli enti pubblici Regione, Provincia e i Comuni devono tutelare l’attività dei veri margari: chi cura un’alpe deve essere premiato».

«Saluzzo - aggiungono gli organizzatori - è un borgo di medie dimensioni con 17 mila e rotti abitanti che si lascia attraversare dai protagonisti della transumanza. Siamo legati a questa tradizione, per due giorni rivivremo la festa che rappresenta un bagaglio di cultura legata alla nostra terra».

Questo e molto altro in edicola e in digitale

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031