progetti sedamyl

Sedamyl e nuovo campus: Ok al progetto preliminare

Nuovo ok al progetto Sedamyl

Sedamyl e nuovo campus: Ok al progetto preliminare
Pubblicato:
Aggiornato:

Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il progetto preliminare della variante strutturale al Piano regolatore per “l’allontanamento del baricentro della Sedamyl dal centro città”.

Nuovo passo avanti del maxi progetto, presentato un anno fa, che cambierà il volto del quartiere San Martino e dell’area di via della Croce. Ad illustrare in aula consigliare l’avanzamento dell’iter è stato l’architetto Daniela Gambino, che già era intervenuta nel corso della commissione urbanistica comunale una decina di giorni fa.

«Un anno e mezzo dopo la proposta tecnica – ha spiegato l’architetto – siamo riusciti, a dicembre ad arrivare al progetto preliminare. Sono state presentate tre osservazioni ma in sostanza nulla è cambiato nei presupposti né nel merito del progetto. E questo è un buon passo in avanti».

Il progetto prevede la delocalizzazione verso nord dello stabilimento Sedamyl, lo spostamento del Denina e del Pellico nel nuovo campus che sorgerà alle spalle della chiesa della Consolata e la costruzione del palazzetto dello sport accanto allo stadio.

«Sedamyl ha in previsione la costruzione di una linea nuova – ha continuato Gambino -. Sarà un processo fatto di diversi passaggi, non in un’unica soluzione. Nel corso degli anni si assisterà dunque ad un progressivo spostamento del baricentro dell’azienda. Sarà sicuramente un’azienda che cambierà volto, perché l’evoluzione del mercato dell’economia circolare è così rapida che si va verso nuove produzioni e nuove tecnologie. Una transizione ecologica e sostenibile, anche dell’azienda, che oggi ha assoluta necessità di nuovi spazi, non solo per gli impianti, ma anche per la movimentazione dei mazzi e delle produzioni».

L’intera area dell’ampliamento potrà essere utilizzata solo da Sedamyl. «Non siamo di fronte ad una nuova area industriale – ha specificato Gambino – ma ad un ampliamento concesso a Sedamyl, che sarà l’unica azienda a poter operare in quest’area. Siamo di fronte ad un’operazione che vede un grande impegno da parte della città e dell’azienda, per trasformare un’area e avviare una transizione sostenibile verso il futuro».

Tra le opere compensative non ci saranno solo in nuovo campus scolastico e l’area sportiva (che sostituirà quella dove attualmente sorgono Alpiteca, palazzetto dello sport e campo sportivo “Giordanengo”), ma anche una serie di interventi delocalizzati, alcuni lungo il Po, concordati con Comune e Parco del Monviso.

Questo e molto altro sulla Gazzetta di Saluzzo

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031