ferrovia saluzzo - savigliano

Trenitalia fa un ricorso contro Longitude per la Saluzzo-Savigliano

Trenitalia presenta un ricorso contro l'azienda Longitude

Trenitalia fa un ricorso contro Longitude per la Saluzzo-Savigliano
Pubblicato:

Sarà un percorso tutt’altro che semplice quello che potrà portare, entro l’inizio del 2025 a rivedere i treni lungo la Savigliano-Saluzzo-Cuneo.

È trascorso appena un mese dalla data di pubblicazione dell’avviso con cui l’Agenzia della mobilità Piemontese informava circa la proposta di Longitude Holding di riaprire le linee ferroviarie Cuneo-Saluzzo-Savigliano e Ceva-Ormea che già sui tavoli di Longitude, Agenzia e Regione è arrivato un ricorso al Tar, presentato da Trenitalia.

L’Agenzia della Mobilità Piemontese resisterà in giudizio, considerando “insussistenti i motivi del ricorso”.

Trenitalia, che gestisce il trasporto ferroviario regionale, chiede l’annullamento dell’avviso dell’Agenzia che accoglie la proposta di un contratto di servizio di trasporto pubblico passeggeri ferroviario sulle due linee di Saluzzo e Ceva

Trenitalia era il gestore che fino al 2012 aveva in gestione le due tratte, poi “sospese” dall’allora giunta regionale guidata da Roberto Cota nel provvedimento di revisione delle linee che aveva portato alla soppressione dei treni su una dozzina di tratte giudicate “non competitive”.

Al momento dell’interruzione, nel marzo del 2012, le tratte registravano 632 passeggeri medi al giorno sulla Savigliano-Saluzzo-Cuneo e 314 sulla Ceva-Ormea.

In seguito alla forte pressione territoriale della comunità saluzzese, su provvedimento dell’assessorato regionale guidato dal fossanese Francesco Balocco, nel 2019 era stata riattivata la linea Saluzzo-Savigliano. Tante le difficoltà, a partire da una tabella oraria poco funzionale per le coincidenze con i treni diretti a Torino da Savigliano. I passeggeri in media furono 418 nel novembre 2019. La linea venne nuovamente chiusa nel marzo del 2020.

Longitude ha depositato presso l’Agenzia della Mobilità la proposta di un contratto decennale che prevede 20 treni al giorno sulla Cuneo-Saluzzo-Savigliano nei giorni feriali del periodo scolastico e 8 nei festivi. L’Agenzia della Mobilità prevede che occorra un investimento di 3,5 milioni all’anno per la riattivazione e la manutenzione delle due linee.

«Andremo avanti - replicano il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore ai Trasporti Marco Gabusi - perché il nostro obiettivo è la promozione del trasporto pubblico e il ripristino dei collegamenti come confermano la riattivazione delle linee Alba-Asti e Casale-Mortara e, in ultimo, la Torino-Ceres, il treno diretto tra il centro di Torino e l’aeroporto, garantendo il collegamento con Cirié e verso le Valli di Lanzo. Il progetto di Longitude è una base di partenza, per cui la norma impone la pubblicazione della manifestazione interesse. Trenitalia, se vorrà presentare un progetto, potrà ovviamente farlo».

Questo e molto altro sulla Gazzetta in edicola

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031