calo demografico saluzzo

Quei 1200 volti nuovi in un anno Saluzzo cresce grazie al movimento migratorio

In leggero calo il numero degli stranieri, ma 160 di loro sono diventati cittadini italiani

Quei 1200 volti nuovi in un anno Saluzzo cresce grazie al movimento migratorio
Pubblicato:
Aggiornato:

Come un piccolo paese, di 1200 abitanti. È il dato, sorprendente, di quanti siano i cittadini che, nel solo 2023 si siano trasferiti a Saluzzo, o abbiano lasciato la città per trasferirsi in un altro comune. Praticamente, quasi un decimo della popolazione saluzzese è cambiata in un solo anno.

Proprio il saldo del movimento migratorio risulta ancora una volta fondamentale nel bilancio demografico del 2023, che vede la città in lieve crescita.

Secondo i dati dei Servizi demografici del municipio, la popolazione saluzzese è aumentata di 17 unità.

I residenti erano 17.563 il 31 dicembre 2022 e sono 17.580 un anno dopo, divisi tra 8.670 maschi e 8.910 femmine.

Lieve decremento per i residenti che hanno origini straniere: erano 2.376 (1.243 maschi e 1.133 femmine) e ora sono scesi a 2.361, 1.267 maschi e 1.094 femmine). Sono il 13,43 per cento della popolazione, dato superiore alla media nazionale che si attesta su 8-9 per cento.

Nel 2023 sono stati 160, 100 donne 60 uomini, i cittadini stranieri che hanno ottenuto la cittadinanza italiana dopo il giuramento in mnicipio.

Gli stranieri provengono da 81 nazioni. La comunità più numerosa è sempre quella albanese con 933 esponenti, 503 uomini, 430 donne. Segue quella marocchina con 298 individui, 147 maschi, 151 femmine.

Terza quella romena con 241 (111 uomini, 130 donne). A seguire, 107 cinesi, 83 cittadini dal Mali, tutti uomini, 63 indiani e 57 peruviani.

Come ormai da decenni, anche per il 2023 il “saldo naturale” è negativo, -86 (-37 maschi, -49 femmine). Il valore si ottiene sottraendo alle nascite di famiglie residenti, 115 (52 bimbi e 63 bimbe, 25 stranieri, 12 bimbi e 13 bimbe) il numero di morti saluzzesi che è stato 201 (89 uomini e 112 donne, di cui 19 stranieri, 8 uomini e 11 donne).

Il maggior numero di residenti saluzzesi è ottenuto, quindi, grazie a chi si è trasferito in città nell’ultimo anno. Si tratta di 751 persone (437 maschi e 314 femmine, di cui 295 di origini straniere, 180 uomini e 115 donne). Di questi, 519 sono arrivati da altri Comuni e 181 dall’estero (ci sono anche iscritti per “altri motivi”).

Sono 192 i saluzzesi che diventeranno maggiorenni nel corso del 2024 (nati nel 2006), 99 maschi e 93 femmine. Gli under 18 sono in totale 2680, pari al 15,24 per cento della popolazione.

Sono 11 i residenti nati nel 1924 e che quest’anno potrebbero diventare centenari. Il saluzzese più anziano è una donna del 1916, seguita da una del 1919, una del 1920 e una del 1923.

Gli ultra novantenni sono in totale 309, l’1,8 per cento dei residenti in città. I saluzzesi dai 50 anni in su, nati dal 1974 in su, sono 8632, una cifra pari al 49,01 del totale. L’annata più numerosa, con 301 esponenti, è quella del 1973.

Le famiglie a Saluzzo a fine 2023 sono 7898. Di queste, 1042 hanno all’interno almeno un componente con origini straniere, mentre sono 819 quelle il cui capofamiglia non è italiano. Infine sono 53 le “convivenze di fatto”.

Questo e molto altro sulla Gazzetta in edicola e in digitale

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031