Cirio all’Inalpi prima del tampone dirigenti (e sindaco) in quarantena Zzzzz zzzzzz

Cirio all’Inalpi prima del tampone dirigenti (e sindaco) in quarantena Zzzzz zzzzzz
Pubblicato:
Aggiornato:

Quando Alberto Cirio ha comunicato la sua positività al tampone del coronavirus è iniziato, frenetico, il percorso a ritroso per comprendere chi avesse incontrato il presidente della Regione nei giorni precedenti e dove fosse stato.

Una delle ultime visite di Cirio è stata proprio nel Saluzzese, a Moretta, dove il Governatore del Piemonte ha incontrato alcune figure di vertice dell’azienda Inalpi in merito allo sviluppo del caseificio morettese e del suo futuro ampliamento.

L’azienda lattiero casearia ha diramato nei giorni scorsi la seguente nota: «Si comunica che, in data 5 marzo, il presidente della Regione Alberto Cirio ha incontrato tre componenti della direzione Inalpi SpA. Alla luce della notizia emersa, nella giornata di domenica 8 marzo, relativa alla positività al tampone Covid-19 del Presidente, Inalpi comunica che i dirigenti hanno provveduto, nell’immediatezza della notizia, a porsi in isolamento volontario, attivando tutte le procedure di sicurezza previste dal decreto ministeriale».

Alla cena successiva all’incontro ha partecipato con Cirio, tra gli altri, anche il sindaco di Moretta Gianni Gatti. Appresa la notizia della positività di Cirio, ha scelto anch’egli di porsi in isolamento volontario.

Tutta la giunta regionale ha provveduto nei giorni successivi, a sottoporsi a tampone: al momento l’unica positività (su 10 tamponi) è risultata essere quella dell’assessore al Bilancio Andrea Tronzano, le cui condizioni di salute sono buone e asintomatiche e che continua a lavorare dalla sua abitazione dove si trova in isolamento fiduciario.

Sono buone anche le condizioni del presidente Cirio in isolamento domiciliare fiduciario nella sua casa di Alba. «Ho avuto l’esito positivo del tampone sabato sera - racconta - e da allora sono rimasto chiuso nel mio studio, anche se sto bene e non ho alcun sintomo, né febbre. Anche mia moglie e i miei due figli sono costretti a non uscire in via precauzionale, sebbene siano asintomatici. Viviamo da separati in casa: mi hanno lasciato una stanza dove ho montato il letto che di solito usiamo quando viene a dormire un amico dei ragazzi».

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031