Il Bicerin diventa Osteria del borgo

Il Bicerin diventa Osteria del borgo
Pubblicato:
Aggiornato:

Il bar “Bicerin” di via Maestra 23 dal 4 gennaio è gestito dal giovane Filippo Massardi 19 anni, coadiuvato dal papà Giuseppe 54 anni che si è aggiudicato il locale attraverso un bando comunale.

Padre e figlio risiedono a Castellar a poca distanza dal bar e hanno raccolto il testimone da Rita Sacchi, andata in pensione dopo averlo gestito per 12 anni. Filippo si è diplomato cuoco all’Istituto Alberghiero di Barge. per poi avviare uun’esperienza alla trattoria “Quat taulin” di Saluzzo.

Papà Giuseppe, perito elettrotecnico, è un ex dipendente della “Mahle” dove da 34 anni lavorava come elettricista. Dopo la perdita di lavoro in fabbrica si è rimesso in gioco in questa nuova avventura.

«Abbiamo deciso di battezzarlo “Osteria del Borgo” - dicono i Massardi - perché riteniamo sia un centro di aggregazione per Castellar dove gli abitanti si possono trovare. In queste primi giorni di apertura abbiamo avuto molti clienti da Saluzzo, Pagno e Brondello, oltre a qualche turista. Da febbraio sarà funzionante anche la cucina - dice Filippo - dove preparerò i pasti utilizzando prodotti locali. Presto faremo una festa di inaugurazione». Il bar è chiuso il martedì e aperto il lunedì in occasione del giorno di apertura degli uffici municipali.

La famiglia Massardi è composta da mamma Margherita Boccon, infermiera, e dai figli Tommaso, 22 anni, studente al Conservatorio di Genova, Riccardo, 15 anni, che frequenta il corso legno al Pellico, e Maddalena, 9 anni, che fa la quarta elementare.

Archivio notizie
Maggio 2024
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031