Jfapsdupoasui fupasfpasoiao

Pubblicato:
Aggiornato:

Il 6 marzo scorso, con effetto retroattivo a partire dal giorno successivo alla sua elezione, la giunta del Comune di Gambasca, presieduta da Cristiana Nasi, ha fissato all’unanimità in 820 euro mensili l’indennità di funzione del sindaco, in 123 euro quella del vicesindaco, Marco Martino, e in 82 euro quella dell’assessore, Ezio Brondino.

Cifre che verranno dimezzate ai lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto l’aspettativa e non saranno cumulabili con analoghe indennità percepite presso altri enti pubblici.

Nello stesso tempo la giunta ha deciso di accantonare una mensilità spettante al sindaco per ciascun anno di mandato: poco più di 4 mila euro (salvo clamorose sorprese) che daranno corpo alla “liquidazione” spettante alla Nasi.

La differenza di quanto percepito mensilmente dal sindaco (820 euro) e quanto, per legge, avrebbe potuto percepire (1.291,11 euro) Cristiana Nasi lo ha utilizzato per regalare a tutte le famiglie gambaschesi una mascherina certificata e un paio di guanti in nitrile. Una seconda mascherina, anch’essa recapitata casa per casa dal messo comunale, è stata invece donata dall’azienda revellese di abbigliamento Mauli.

Quel che si dice un “signor sindaco”.

Un esempio, quello offerto dal Comune di Gambasca, da seguire.

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031