L’emergenza Vita sospesa. A Venasca e Piasco esposto San Rocco. Dovetta ai turisti: non venite in valle Si sta in casa, ma la produzione va avanti La Bitron acquista l’ex Ceros e raddoppia

L’emergenza Vita sospesa. A Venasca e Piasco esposto San Rocco. Dovetta ai turisti: non venite in valle Si sta in casa, ma la produzione va avanti La Bitron acquista l’ex Ceros e raddoppia
Pubblicato:
Aggiornato:

Municipi e scuole chiuse (professori, insegnanti e maestre d’asilo tengono i collegamenti on line per lezioni e compiti). Mercati sospesi a Venasca e Sampeyre, come le funzioni religiose e i funerali. Il parroco di Venasca don Silvio Peirano trasmette la messa via radio, come anche i parroci di Piasco e Rossana. In chiesa a Venasca e Piasco sono esposte le statue di San Rocco protettore.

Nelle case di riposo si dialoga con le videochiamate.

Restano aperti i negozi di alimentari e di prima necessità, le panetterie e le tabaccherie. Sbarrati bar e trattorie: il pastis si beve a casa. Fermi impianti sciistici, sportivi e bocciofile. Al santuario di Valmala, sede di rinomate locande, è un deserto.

Vanno avanti quasi tutte le attività produttive, dalla filiera del legno a caseifici e salumifici. La Bitron di Rossana gira a pieno ritmo: i costruttori europei di auto fanno magazzino di pezzi di ricambio temendo ulteriori blocchi. Dalla Bitron trapela una notizia positiva: la holding dei Bianco ha acquisito l’ex Ceros (compresa nella stessa area industriale ma chiusa da anni) e pare intenda portare a Rossana l’intera progettazione. Dai 600 attuali, gli occupati potrebbero salire a mille. Tutto ciò, quando la situazione tornerà alla normalità.

Intanto il presidente dell’Unione montana Silvano Dovetta invita turisti e proprietari di seconde case: restate a casa vostra. «Vista la gravità della situazione che stiamo attraversando, faccio appello alla vostra responsabilità, invitandovi a non mettervi in viaggio per raggiungere la valle, nel rispetto della normativa e della salute dei residenti. Questo non è un periodo di vacanza, ma di restrizioni e disagi per tutti. Vi aspettiamo a braccia aperte per la stagione estiva, non appena questo momento critico sarà passato. I nostri uffici sono aperti dal lunedì al venerdì. Per ogni chiarimento chiamate il numero 0175.978321».

Dovetta spiega anche che alcuni negozi consegnano la spesa a casa, mentre la Croce Rossa di Melle ha aderito a “Pronto Farmaco” ed effettua il recapito a domicilio (per info 338-5859728).

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031