La Regione promette il treno a settembre

La Regione promette il treno a settembre
Pubblicato:
Aggiornato:

«La Saluzzo-Savigliano dal punto di vista economico non è una delle linee ferrovierie messe meglio. Probabilmente non è stata integrata al massimo con quello che c’era. È un dato solo da analizzare. Ma a settembre, salvo scenari imprevedibili, riaprirà». A confermarlo è l’assessore regionale ai Trasporti, Marco Gabusi, interpellato dopo le polemiche del territorio per le mancate riaperture delle tratte ferroviarie Saluzzo-Savigliano e Bra-Cavallermaggiore in occasione dell’entrata in vigore dell’orario estivo di Trenitalia, lo scorso 14 giugno.

«La Saluzzo-Savigliano, per la Regione Piemonte, non è una linea “storica”, perché è stata riaperta da poco - sostiene Gabusi -. Su questa linea dobbiamo stare attenti al numero di utenti. Certamente non è intenzione della Regione chiudere alcuna linea, soprattutto in un periodo delicato come quello che stiamo vivendo, ma va ricercato un equilibrio di tutti i contratti, compreso quello con Trenitalia».

L’assessore ha inoltre ricordato che «Saluzzo è ben collegata a Savigliano dagli autobus». Insomma, un campanello d’allarme che deve indurre il territorio a mantenere alta l’attenzione sul capitolo del trasporto pubblico.

Sottolonea l’assessore Gabusi: «Non vogliamo arrivare all’ultimo momento, ma fare tutto ciò che è nelle possibilità della Regione per organizzare un sistema di trasporto pubblico locale realmente rispondente alle nuove necessità dell’utenza. La domanda sta cambiando: la stiamo analizzando per ridisegnare l’offerta sulle necessità delle aziende, dei lavoratori e delle scuole. Difficilmente il trasporto pubblico sarà come prima: è stato elaborato un questionario per le aziende, per capire quali siano gli scenari organizzativi per i lavoratori, i termini di flessibilità degli orari e dei turni, le quote di smart working, il grado di collaborazione e di coinvolgimento delle organizzazioni aziendali».

Per la Regione ci saranno meno passeggeri e in orari diversi. Chiaramente questo imporrà un cambiamento di orari e di mezzi. Ma il Piemonte vuole essere la prima regione in Italia a virare su servizi di trasporto pubblico integrati attraverso un’unica piattaforma digitale e un unico sistema di pagamento.

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031