La scienza è per tutti (e un gioco da ragazzi)

Pubblicato:
Aggiornato:

La scienza è un gioco da ragazzi, che può essere vissuta e capita da tutti, con il giusto approccio. A dimostrarlo è la 34ª edizione di GiovedìScienza, rassegna dove pubblico e protagonisti della ricerca scientifica si incontreranno, per approfondire e dibattere sui grandi temi di attualità: emergenza climatica, calo demografico, chimica, cibo, piante e molto altro.

La vincitrice del Premio Nazionale GiovedìScienza 2019, giovane dottoressa in Astrofisica e oggi tra i 5 giovani divulgatori scientifici che affiancano Piero Angela nel suo nuovo programma SuperQuark+ in onda su RayPlay, Edwige Pezzulli, astrofisica e divulgatrice scientifica, esplorerà le galassie più primitive con la conferenza «I primi buchi neri dell’Universo” giovedì 23 gennaio. Si parla di buchi neri: affascinanti misteri dell’universo. Dove conducono? Come si formano? Cosa nascondo questi corpi celesti con campi gravitazionali così intensi?

«Bambini da conoscere meglio», giovedì 30 gennaio, è la conferenza con cui Laura Cancedda racconterà dei meccanismi alla base dello sviluppo neurologico e responsabili di condizioni genetiche come la sindrome di Down in un viaggio all’interno del cervello umano. «L’Italia dell’informatica» storie di macchine, uomini e buone idee si intrecciano il 6 febbraio, dal primo congresso di informatica del 1840 svoltosi a Torino fino ai gloriosi anni di Olivetti, insieme a Filippo Demonte, Gastone Garziera e Angelo Raffaele Meo. Giovedì 20 febbraio, Mauro Rinaldi, il cardiochirurgo presente al primo trapianto di cuore in Italia parlerà al pubblico del futuro della ricerca in cardiochirurgia con la conferenza «Una nuova vita». Federico Nati, astrofisico sperimentale, condividerà con il pubblico, giovedì 27 febbraio, la sua avventura glaciale e le sfide nel costruire Blast, un telescopio capace di osservare il cielo sorvolando il polo Sud, appeso a un pallone. Ultimo appuntamento della 34esima edizione, giovedì 5 marzo, Paola Bonfante, biologa vegetale tra le ricercatrici più citate al mondo e Renato Bruni, docente e divulgatore, analizzeranno il complesso e continuo rapporto tra esseri umani e lo sconfinato numero di microrganismi per noi invisibili che non ci lasciano mai veramente soli.

Da segnalare la nona edizione del Premio Nazionale GiovedìScienza, il riconoscimento per la divulgazione scientifica rivolta ai ricercatori Under 35. Le candidature sono aperte dal 27 gennaio al 28 febbraio.

Archivio notizie
Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930