Margaria accusato di peculato e falso

Pubblicato:
Aggiornato:

Nuova disavventura per l’ex direttore amministrativo del tribunale di Saluzzo Ugo Margaria, da qualche tempo in servizio negli uffici giudiziari a Cuneo. Il dirigente, accusato di peculato e falso ideologico per una serie di episodi verificati dalla Procura tra l’autunno 2016 e il febbraio 2019, è stato sospeso e si trova attualmente agli obblighi di dimora nella sua abitazione di Barge. E’ assistito dall’avvocato Pier Carlo Botto.

Margaria, inquadrato come dirigente nella cancelleria del tribunale di Cuneo dopo l’accorpamento della sede di Saluzzo, è accusato di essersi appropriato di beni elettronici. Si tratta di cinque notebook, tre personal computer, due monitor, un mouse, una stampante e un cavo di alimentazione che avrebbe prelevato dal palazzo di giustizia di piazza Galimberti.

Le imputazioni di falso ideologico fanno invece riferimento a un fatto accaduto nel gennaio 2019. Nell’occasione Margaria avrebbe dichiarato l’insussistenza di fascicoli relativi ai ricorsi in appello delle sentenze emesse. Trenta di questi fascicoli . che dovevano essere inoltrati alla Corte d’Appello - sono stati ritrovati nell’ufficio di Margaria. Tra giugno 2018 e gennaio 2019, inoltre, il dirigente avrebbe annotato falsamente la trasmissione alla stessa Corte d’Appello degli atti processuali relativi a tre procedimenti. Il processo è stato rinviato a maggio.

Lo scorso 14 gennaio Ugo Margaria ha patteggiato una condanna a 16 mesi per truffa allo Stato, a seguito delle assenze ingiustificate risalenti al periodo in cui era direttore a Saluzzo.

Archivio notizie
Febbraio 2024
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829