Melaverde racconta la frutta aspettando Fruttinfiore 2020

Melaverde racconta la frutta aspettando Fruttinfiore 2020
Pubblicato:
Aggiornato:

«Grazie a Giacomo Tiraboschi, a Elena, a Rudy, all’intera troupe e alla simpaticissima Ellen per aver presentato all’Italia il nostro paese. Grazie Melaverde, Viva Lagnasco»: sono queste le parole del sindaco di Lagnasco, Roberto Dalmazzo. Domenica un importante servizio su Canale 5 ha portato sulla tv nazionale la frutticoltura del Saluzzese, con il lancio di Fruttinfiore quest’anno posticipato a data da destinarsi.

Le mele, le pesche, i kiwi sono stati al centro della puntata andata in onda domenica scorsa e disponibile nei canali on demand messi a disposizione dalle reti Mediaset. Con loro un vero e proprio ritratto della “capitale della frutta”, con i castelli Tapparelli d’Azeglio a fare da sfondo all’intervista, oltre che un viaggio nelle principali aziende del paese alla scoperta di un mondo conosciuto dalla maggior parte dei saluzzesi, ma non così noto in tutta Italia.

Il ruolo di Lagnasco nel mondo della frutticoltura è infatti strategico con numeri importanti nell’esportazione e nella produzione, numeri che si rispecchiano nelle manifestazioni come Fruttinfiore che, di anno in anno, ha incrementato i visitatori arrivando a oltre 40 mila passaggi nella scorsa edizione.

La Pro loco, al lavoro da mesi sulla nuova edizione ha dovuto per il momento rimandare a data da definirsi la manifestazione ma Fruttiinfiore verrà riproposto non appena sarà possibile.

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031