«Mutui banche, così non va»

«Mutui banche, così non va»
Pubblicato:
Aggiornato:

Fabrizio Berrino, imprenditore paesanese titolare della Feber di Sanfront, si è trovato una spiacevole sorpresa tra le carte da leggere, compilare e sottoscrivere per la sospensione dei mutui, resa necessaria dal blocco produttivo in corso. E, oltre a far emergere questa anomalia, sta meditando di organizzare un comitato spontaneo di imprenditori per cercare di ovviare a quella che ritiene una beffa oltre il danno. Chi volesse unirsi a questa battaglia può contattarlo al 348-6550872.

Ci spiega: «Nelle condizioni da accettare per il congelamento del mutuo, un capoverso parla chiaro: quando riprenderanno i pagamenti delle rate, il contraente dovrà continuare a pagare normalmente le quote in capitale oltre ai sempre “vivi” interessi, ma a questi si aggiungeranno gli interessi maturati durante il periodo di sospensione».

L’imprenditore paesanese, ex consigliere comunale, conduce una medio-piccola attività artigianale con tre soci, una sola dipendente nelle funzioni di segreteria, per la quale è stata richiesta la cassa integrazione.

Ha scelto la sospensione per tre mesi su imposizione della banca, anche se - sottolinea - la legge prevedeva di poter protrarre lo stop dei pagamenti fino a settembre.

A ben guardare il sistema di cumulo degli interessi riguarda tutte le tipologie di mutuo, compresa quella sulla prima casa.

«Si tratta dell'ennesima presa in giro delle banche, che lucrano anche sulle condizioni di disagio economico, che in questa fase tocca tutti - sostiene Berrino -. Qui non ci si rende conto della drammatica situazione che si è creata e che continuerà a persistere».

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031