Più risorse per noi

Più risorse per noi
Pubblicato:
Aggiornato:

Gli amministratori rifreddesi tornano a chiedere alle autorità nazionali misure specifiche per la montagna e i piccoli comuni. L’esecutivo, su proposta dell’Uncem, ha approvato un ordine del giorno da inviare a Governo e parlamentari affinché accelerino il percorso intrapreso con il fondo nazionale sulla montagna e affrontino con decisione le problematiche che affliggono le aree più periferiche del Paese.

Si propone in particolare di istituire una “Strategia nazionale per le aree montane alpine e appenniniche italiane”, attraverso un programma operativo nazionale che individui fondi europei, nazionali e regionali sulla programmazione dell'Ue per i prossimi 8 anni.

Gli ambiti nei quali dovrebbe andare ad operare questo organo sono la prevenzione del dissesto idrogeologico, la lotta ai cambiamenti climatici, il riuso dei beni immobili e il contrasto al consumo di suolo. Rifreddo condivide con i vertici dell’Unione del Comuni montani la necessità che questo scatto in avanti della politica acceleri i piani per la digitalizzazione della aree montane, sbloccando i cantieri nei Comuni montani del Piano nazionale della banda ultralarga, consentendo di ridurre il divario digitale determinatosi negli ultimi anni. Oggi, infatti, oltre 3.900 Comuni sopra i 1000 metri sono sprovvisti di una linea dati veloce. Nella proposta sono abbozzati anche una serie di benefici fiscali per le micro-attività diffuse nelle aree montane.

Il sindaco Cesare Cavallo: «I territori montani rappresentano il 55 per cento della superficie dell’Italia ma sono purtroppo sono ai margini delle agende politiche di Governo e Parlamento».

News da Rifreddo
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031