Pizze, formaggi, carni e ortofrutta «Portiamo le eccellenze a casa vostra» spesa a domicilio Parlano commercianti, ristoratori e artigiani del gusto

Pizze, formaggi, carni e ortofrutta «Portiamo le eccellenze a casa vostra» spesa a domicilio Parlano commercianti, ristoratori e artigiani del gusto
Pubblicato:
Aggiornato:

C’è chi ha rispolverato la bici-carriola centenaria con cui il grossista Paglieri portava la merce ai negozi. E chi ha deciso di reinventare la propria attività, ampliando la gamma di servizi.

Non ha limiti la fantasia dei commercianti e ristoratori saluzzesi in questi giorni di coprifuoco, appena interrotto da rapidi mercatini e dalle incursioni dei nostri “gastronomi a domicilio” che recapitano a casa pizze, piatti tipici, formaggi, salumi, carni e ortofrutta. Li abbiamo interpellati per capire come va.

L’idea della bici storica - giusto per fare un po’ di scena (vedi foto in prima pagina) - è venuta a Erik Marchetti, l’agripanettiere di Revello, che racconta: «Il calo di clienti c’è, anche del 40%. In compenso chi viene compra di più per evitare le troppe uscite. Le consegne a casa servono per arrotondare gli incassi e accontentare i nostri clienti».

Mario Cetera del Rododendro è stato il primo in città a proporre pizze e specialità direttamente a casa. «Il lavoro è tanto - dice -, soprattutto per la parte organizzativa, e i guadagni pochi, ma va bene così. Continueremo finché dura l'emergenza, sicuri di far cosa gradita a tutti e perché no, farci nuovi clienti».

Alessandro Gaveglio, che con la sorella Michela gestisce due macellerie a Scarnafigi e Lagnasco, è soddisfatto del giro commerciale. «Portare la carne a domicilio richiede molta cura e attenzione, ma i risultati compensano la fatica. Per noi è un piacere poter accontentare la clientela con un prodotto di qualità, molto apprezzato da chi è chiuso in casa e deve già privarsi di tutto».

Tonino e Luciana Bertolotto dal Ceretto di Costigliole portano a Saluzzo la freschezza della loro produzione ortofrutticola. «Al mercato - spiega Tonino - ho apprezzato la grande pazienza e il rispetto delle regole da parte dei clienti. Direi che per certi versi si registra un incremento della spesa, e anche la vendita a domicilio funziona bene. Voglio ringraziare vigili, carabinieri e volontari per il buon esito dei mercati».

Un’altra figura fissa - in questo caso sotto l’ala di ferro - è Edoardo Donadio del caseificio La Fissello della Morra. I suoi formaggi al sapore di pascolo hanno un largo seguito. «L'andamento delle vendite è buono - dice - perché i consumi restano alti. La gente esce poco ma quando deve rifornirsi non bada all’euro, e i nostri prodotti si prestano molto bene a fare da scorta».

Al Mercà d’la Vila di Verzuolo, le titolari con la spesa portata a casa hanno conquistato nuovi clienti. «E’ un lavoro impegnativo ma dà ottimi risultati».

Anche il patron dei Quat Taulin, Danilo Giordanino, è sceso in pista. Nella sua speciale “confezione giornalistica” offre 12 formaggi super con confetture e miele a 15 euro. «Mi stanno chiamando clienti e buongustai, corro per accontentarli. Prossimamente, conto di offrire qualche altra specialità tipica da asporto».

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031