Prestito o regalo di nozze?

Prestito o regalo di nozze?
Pubblicato:
Aggiornato:

Condanna di 9 mesi e un risarcimento pecuniario. Per il tribunale di Cuneo è stata una truffa in piena regola quella architettata da P. C., titolare di un negozio di materassi di Verzuolo, con la complicità della ex moglie B. I. A denunciarli una loro cliente, diventata amica e poi scelta come testimone di nozze. Secondo la donna, la coppia avrebbe lamentato un momento di difficoltà economica, chiedendo in prestito 5 mila euro. Sarebbe stato lo stesso titolare ad accompagnarla in banca per il bonifico, rassicurandola sul fatto che in pochi giorni avrebbe ottenuto la restituzione. La donna ricorda di aver ricevuto un assegno con la stessa cifra, con la raccomandazione di incassarlo dopo tre mesi dalla compilazione, ma ha raccontato al giudice di non poterlo mostrare perché una persona che lavorava nel negozio glielo avrebbe sottratto.

L’uomo, già  condannato in primo grado per spaccio di droga, si è difeso dicendo che quel bonifico era in realtà un regalo di matrimonio, non un prestito. E che, anzi, nello scambio nei giorni lieti del matrimonio, la coppia avrebbe fatto dono all'amica di un telefono e un divano.

Il giudice Alice Di Maio, oltre alla condanna, ha stabilito la cifra da restituire a titolo di risarcimento da parte della coppia: sono 7 mila euro.

News da Verzuolo
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031