Riapertura del Fortino, arriva il verdetto

Riapertura del Fortino, arriva il verdetto
Pubblicato:
Aggiornato:

Torna a riunirsi giovedì mattina 30 gennaio, nell’ufficio del sindaco Emanuele Vaudano la commissione comunale di Vigilanza dei locali di pubblico spettacolo. All’ordine del giorno la riapertura del complesso che ospita le sale da ballo del “Fortino disco”, “Fortino Gold” e dello “Shock!”, chiuse ormai da quasi 14 mesi per via di un’ordinanza del sindaco dell’epoca Mario Anselmo.

Il sindaco aveva agito in ottemperanza alle segnalazioni dei vigili del fuoco al termine di un sopralluogo durante il quale i funzionari avevano riscontrato parecchie anomalie legate principalmente alla sicurezza e aspetti non conformi alle vigenti normative, come ad esempio quelle antincendio, che non potevano che portare alla chiusura forzata della discoteca.

In paese, con quale base di attendibilità non si sa, si era vociferato a lungo di almeno una mezza dozzina di pagine “protocollo” di più o meno evidenti irregolarità.

Nonostante la proprietà si fosse immediata mossa per stemperare la reale portata del verbale arrivando a definire “banalità” i rilievi in esso contenuti e ad ipotizzare baldanzosamente una riapertura di lì a pochi giorni, la sala da ballo più longeva del saluzzese continua tutt’oggi a rimanere malinconicamente chiusa.

Ad onore del vero va detto che la proprietà aveva chiesto la convocazione della commissione di Vigilanza già a metà dello scorso mese di ottobre, quando tutti i soggetti si erano ritrovati anche allora al primo piano del municipio, ma senza poter prendere alcun provvedimento a causa del fatto che la documentazione necessaria per ottenere la riapertura non era stata inoltrata entro i tempi richiesti. Inoltre la “controparte” si era portata tardivamente appresso quella mattina, quasi bastassero pochi minuti per un attento esame.

Giovedì mattina, con il sindaco Emanuele Vaudano, saranno presenti la Polizia locale, un elettrotecnico, il geometra Antonello Ferrero del Servizio manutenzioni e ambiente dell’Unione dei Comuni del Monviso, e i rappresentanti di vigili del fuoco e dell’Asl Cn1. Inizialmente fissata per lunedì 27 gennaio, la convocazione è stata successivamente procrastinata di tre giorni stante l’indisponibilità dell’Asl a essere presente nella data inizialmente appuntata.

La posta in palio - riapertura della discoteca a pochi giorni dal Carnevale dopo una così lunga clausura - è altissima e la partita complicata. Bisognerà giocare al meglio le carte a disposizione, nel pieno rispetto dell’interlocutore.

Archivio notizie
Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930