Si potranno acquistare solo generi alimentari

Pubblicato:
Aggiornato:

La distribuzione dei fondi di solidarietà alimentare avverrà con una modalità specifica, uniformata per la maggioranza dei Comuni del Saluzzese.

«A seguito di un confronto tra i primi cittadini attraverso la Consulta dei sindaci - specifica Mauro Calderoni -, si invitano i cittadini ad aspettare le indicazioni dei singoli Comuni, senza contattare gli uffici comunali».

La Consulta ha deciso, lunedì sera, di attendere le modalità suggerite dall’Anci, l’associazione nazionale dei comuni. La linea che verrà quindi adottata sarà quella di invitare i cittadini a compilare un’autocertificazione su un apposito modulo che verrà a breve messo a disposizione dai singoli Comuni. La domanda di accesso al fondo di solidarietà verrà quindi inviata dai municipi al Consorzio Monviso Solidale, che dovrà vagliarla e autorizzare il proseguo della procedura.

A quel punto i Comuni saranno autorizzati al rilascio del buono spesa. l’indicazione di massima è di consegnare il buono in misura settimanale, e non mensile.

Chi lo otterrà potrà spenderlo per l’acquisto di beni di prima necessità solo ed esclusivamente nei negozi del proprio comune di residenza (i Comuni stanno raccogliendole adesioni dei commercianti). Gli esercenti ritireranno il buono e, a fine mese, potranno presentare una fattura elettronica al Comune per riscuotere la somma loro spettante.

Gran parte dei Comuni ha già ricevuto, in questi giorni, la somma erogata dallo Stato.

Si invitano in ogni caso i cittadini a non presentarsi in municipio, né a contattare gli uffici finché il proprio Comune non darà il via in modo ufficiale alla procedura.

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031