Spesa assistita e priorità ai sanitari Aziende Tutte le novità nei 60 punti vendita Nova Coop sul territorio piemontese

Spesa assistita e priorità ai sanitari Aziende Tutte le novità nei 60 punti vendita Nova Coop sul territorio piemontese
Pubblicato:
Aggiornato:

Nei 60 punti vendita Nova Coop sul territorio piemontese (e nei 3 in alta Lombardia) medici, infermieri, Oss e altri operatori della sanità hanno accesso prioritario alla spesa e sono autorizzati dal personale di punto vendita a superare eventuali code all’ingresso del negozio e in uscita in cassa: la Cooperativa vuole così facilitare e valorizzare il ruolo fondamentale del personale sanitario nel fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Per usufruire di questa corsia preferenziale gli operatori sanitari dovranno essere regolarmente muniti di badge o tesserino di riconoscimento. Lo stesso provvedimento viene applicato ai volontari impegnati a fare la spesa e consegnarla alle persone anziane o in difficoltà, per supportare il no profit che vuole continuare ad aiutare.

In poco tempo sono già una trentina i progetti territoriali, lanciati da un Ente locale o da onlus e imprese sociali a cui Nova Coop ha offerto il proprio supporto. Tra questi, il Protocollo d’Intesa recentemente sottoscritto da Ancc-Coop, ANCI e il Dipartimento della Protezione Civile per favorire i servizi di consegna a domicilio della spesa a persone non autosufficienti o in condizioni tali da non poter uscire di casa. Attualmente, sono circa 400 le spese preparate ogni giorno da Nova Coop e ritirate da onlus e associazioni per essere consegnate a domicilio ad anziani e soggetti deboli in tutto il Piemonte.

Oltre alla spesa a domicilio, altre iniziative sono la preparazione di pacchi spesa destinati ai bisognosi o di pasti nelle mense dei poveri, la raccolta di donazioni all’interno di alcune gallerie commerciali, la convenzione con associazioni per la fornitura in alcuni presidi ospedalieri di beni di prima necessità ai pazienti ospedalizzati per Coronavirus. I comuni in cui sono già partite una o più attività sono: Alessandria, Arona, Avigliana, Beinasco, Borgomanero, Borgosesia, Casale Monferrato, Crevoladossola, Cuneo, Galliate, Gravellona, Luino, Novara, Omegna, Pinerolo, San Mauro, Tradate, Torino, Verbania e Vercelli. Ulteriori iniziative sono in fase di organizzazione a Biella, Cameri, Torino e Trino.

Spiega Silvio Ambrogio, direttore Politiche Sociali Nova Coop: «In un frangente così delicato abbiamo voluto sapere dalle onlus piemontesi in che modo potevamo continuare ad aiutarle ad aiutare. Abbiamo inoltre deciso di favorire gli operatori sanitari nell’atto della spesa, considerati i turni di lavoro lunghi e stancanti ai quali sono sottoposti per la gestione dell’emergenza. Mai come in questo momento è necessario agire come una squadra e siamo sicuri che questa iniziativa troverà la collaborazione di soci e clienti della Cooperativa».

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031