Tornano i vandali piromani

Tornano i vandali piromani
Pubblicato:
Aggiornato:

Dopo l’incendio di alcune settimane fa a ridosso del muro di cinta del cimitero del capoluogo, che ha recato gravi danni alla struttura di recinzione, si segnala una nuova impresa dei vandali-piromani di Sampeyre.

Nei giorni scorsi è stato dato fuoco alle sterpaglie ammucchiate nel tempo, nonostante il divieto di discarica, sul piazzale superiore della seggiovia, lungo la via del colle. Il rogo ha rischiato di propagarsi all’area boschiva confinante con danni incalcolabili al patrimonio forestale.

Sul luogo sono accorsi tempestivamente i volontari della squadra del servizio Aib e di Protezione civile di Sampeyre, per impedire l’espandersi delle fiamme. Chiamati dal presidente della squadra Eugenio Berardo, sono giunti sul posto anche i vigili del fuoco di Venasca che con la preziosa riserva d’acqua della autobotte sono riusciti a spegnere le fiamme. Inoltre sono accorsi i carabinieri della locale stazione per i rilievi di competenza.

E’ stato necessario anche l’intervento di una macchina operatrice di una ditta locale per movimentare i residui del materiale giacente per la eliminazione dei focolai nascosti sotto le residue sterpaglie. Dopo all’incirca tre ore di operazioni, l’incendio poteva considerarsi estinto e la zona interessata rimessa in sicurezza.

Il sindaco di Sampeyre Domenico Amorisco si dice preoccupato: «Di fronte a questo nuovo atto vandalico che, dopo il camposanto del paese, ha colpito il piazzale della seggiovia in un momento in cui è vigente il divieto regionale di accendere fuochi, ho ragione di pensare che le origini del rogo siano da attribuire a una matrice dolosa. Si tratta di un gesto che, come quello del cimitero, è opera di mani ignote, per cui risulterà difficile risalire a chi ne ha la responsabilità. Nemmeno in questo caso, infatti, possiamo contare su qualche indicazione, data l’assenza di testimoni oculari dell’accaduto così come risulta dal rapporto del nuovo operatore vigile del Comune».

Dopo aver ringraziato i volontari locali e i pompieri di Venasca per il tempestivo intervento, il sindaco si affida a una speranza: «Mi auguro che i carabinieri di Sampeyre possano individuare i piromani autori dei due incendi che ritengo abbiano una matrice comune».

News da Sampeyre
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031