Apm, tornano gli stages con gli antichi pianoforti

Apm, tornano gli stages con gli antichi pianoforti
Pubblicato:
Aggiornato:

Pianoforte allo specchio per l’Apm. A quattro anni dalla prima edizione del corso, la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo ha creato e consolidato un capitolo ormai di riferimento nel panorama nazionale per quanto concerne la prassi esecutiva storicamente informata nell’ambito della didattica pianistica.

Il progetto proposto a Saluzzo si rivolge a giovani pianisti che abbiano già completato il proprio percorso di formazione e che desiderino approfondire la conoscenza del pianoforte nella sua evoluzione storica.

A partire da fine febbraio si svolgeranno una serie di stages con docenti di alto profilo che avranno il compito di guidare i partecipanti attraverso lezioni individuali e seminari collettivi.

Il primo appuntamento dedicato al repertorio Beethoveniano permetterà agli studenti di poter studiare su uno strumento del 1788 per il quale erano state concepite le prime sonate di Beethoven. I sette studenti di provenienza internazionale saranno accompagnati in questo cammino da Julien Libeer (Belgio), Jura Margulis (Austria) e Costantino Mastroprimiano (Italia), docenti con cui la scuola collabora già da tempo in questo corso specialistico.

Sono previsti altri due appuntamenti nei mesi di aprile e giugno, con nuovi docenti e differenti tematiche.

A conclusione saranno proposti una serie di concerti pubblici il cui calendario verrà comunicato prossimamente.

Il corso rientra nel progetto promosso dalla Compagna di San Paolo nell’ambito dell’alta formazione musicale, area arte attività e beni culturali, con il supporto di Steinway Society- Piemonte.

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031