inalpi moretta

Moretta, il sottosegretario La Pietra da Inalpi «Una filiera esemplare del Made in Italy»

Tre giorni di visita nel cuneese. Il sottosegretario visita a Moretta, incontro con Invernizzi e vertice Compral latte

Moretta, il sottosegretario La Pietra da Inalpi «Una filiera esemplare del Made in Italy»
Pubblicato:
Aggiornato:

Una tre giorni nel Cuneese che non poteva che partire da uno dei simboli della filiera agroalimentare. Ha preso il via all’Inalpi di Moretta la visita istituzionale di Patrizio Giacomo La Pietra, sottosegretario all’Agricoltura di Fratelli d’Italia, accompagnato dal prefetto di Cuneo Fabrizia Triolo con l’onorevole Monica Ciaburro, Federica Barbero Invernizzi e Claudio Sacchetto.

La visita si è aperta con un primo momento di approfondimento sulla storia di Inalpi, sulla nascita e crescita della filiera breve e sui tanti progetti realizzati o in via di sviluppo.

L’incontro si è poi spostato per una visita allo stabilimento e al centro R&D InLab Solutions, cuore pulsante della crescita e innovazione Inalpi.

Il senatore La Pietra ha dichiarato: «Quello che ho visto mi ha dato l’esatta misura della passione che c’è dietro il lavoro che viene realizzato in quest’azienda. Ho avuto modo di approfondire la conoscenza di un modello di filiera virtuoso che dovremmo pensare di applicare ed esportare anche in altri comparti del settore agricolo e non solo. Quello che mi ha favorevolmente colpito è come questo sistema di filiera abbatta le contrapposizioni tra il mondo agricolo e quello industriale della trasformazione. Un percorso che condividiamo e sul quale stiamo lavorando perché si possa creare - a livello nazionale - anche attraverso il coinvolgimento della grande distribuzione, per portare a compimento un progetto che interessa tutti questi attori importantissimi. Un cammino che potrà creare vantaggi per tutti i cittadini e che certamente sarà precursore di una crescente qualità dei nostri prodotti».

La visita si è poi conclusa con uno scambio di idee tra il sottosegretario, il presidente e il direttore di Compral Latte (Raffaele Tortalla e Marcello Pellegrino) i quali hanno consegnato, insieme al patron Inalpi Ambrogio Invernizzi, la pubblicazione “La nostra filiera si racconta”, il volume presentato nel mese di dicembre, che descrive storia e valori del “mondo latte” provinciale e piemontese. Una realtà che ha saputo darsi regole precise e dotarsi di un indice per il prezzo del latte, in modo tale da garantire la remunerazione ai produttori.

Spiega il presidente Invernizzi: «Sfogliando il libro, il sottosegretario La Pietra ha compreso come questo? sia un progetto in cui ciascuno fa la sua parte con dedizione cercando di superare il mero interesse personale, in nome di un bene superiore: la qualita? e la valorizzazione del latte, un prodotto centrale per il nostro territorio. A fondamento della filiera c’è l’indicizzazione del prezzo del latte, il che ha permesso di costruire un nuovo modo di concepire contratti etici e superare i vecchi meccanismi di contrattazione tra produttori e industriali. Un’esperienza unica che, sotto diversi aspetti e trascinando molteplici attori, ha coinvolto l’intera comunita? contribuendo alla sua crescita».

Osserva Raffaele Tortalla, presidente Compral Latte: «La Pietra ha compreso quanto sia importante il ruolo di noi allevatori all’interno della filiera, che attualmente vede coinvolti 260 allevamenti dislocati sul territorio piemontese con un conferimento giornaliero ad Inalpi di 7.500 quintali di latte. Numeri che consolidano la nostra filiera capace di rappresentare un quarto della produzione di latte regionale».

Questo e molto altro sulla Gazzetta in edicola e in digitale

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031