commemoriazione alpini di russia

Sabato e domenica gli alpini commemorano i caduti in Russia

Sabato 13 e domenica 14 gennaio si ricorderanno gli alpini caduti in Russia

Sabato e domenica gli alpini commemorano i caduti in Russia
Pubblicato:
Aggiornato:

Sei anni dopo l’ultima volta, Saluzzo torna ad ospitare la commemorazione provinciale della battaglia di Novo Postojalowka, l’episodio che nel gennaio 1943, agli albori di quella che sarà la lunga ritirata di Russia, segnò in modo indelebile il futuro della divisione alpina Cuneense.

«La commemorazione provinciale - spiega il vicepresidente vicario della Monviso Enzo Desco - viene organizzata a turno tra le quattro sezioni consorelle di Cuneo, Mondovì, Ceva e Saluzzo. A Saluzzo l’ultima volta era stata nel 2018, poi la pandemia aveva bloccato gli eventi per due anni. Per noi è motivo di orgoglio ma anche un impegno rilevante l’organizzazione di questo appuntamento, un atto doveroso nei confronti dei tanti alpini caduti sul fronte russo. Aspettiamo delegazioni da tutto il Piemonte, dalla Liguria, dalla Valle d’Aosta e anche da altre regioni. Possiamo dire - precisa Desco - che la commemorazione di Nowo Postojalowka del 13 e 14 gennaio a Saluzzo coinvolge tutte le sezioni dell’Ana del Nordovest».

Il programma, organizzato dalla sezione Monviso degli alpini è distribuito su due giorni, sabato 13 e domenica 14 gennaio.

Sabato, alle 15,30, saranno presentati i restauri alle tombe dei militari caduti in guerra presso il cimitero cittadino.

Alle 16,30 gli organizzatori inviteranno i presenti ad una visita del centro storico cittadino. In serata, alle 20,30, il Pala CrS ospiterà il concerto della fanfara della Brigata Alpina Taurinense.

Domenica la giornata dedicata al ricordo di quanti combatterono a Novo Postojalowka inizierà all’alba, con l’ammassamento degli alpini alle 8,30 in corso Beato Ancina, nei pressi del monumento all’alpino. Alle 9,15, dopo l’onore ai caduti al monumento, inizierà la sfilata in corteo verso il centro città, che convoglierà gli alpini in piazza Cavour, dove alle 10,30 sono previsti i saluti delle autorità e le allocuzioni ufficiali. Alle 11,15 messa in cattedrale celebrata dal vescovo Cristiano Bodo.

La giornata si concluderà con il pranzo presso la caserma Musso, con un ricco menu comprendente tre antipasti, due primi, secondo e dessert (35 euro). Considerato il numero limitato di posti, è gradita la prenotazione al numero 346-6663853 (Domenico).

Questo e molto altro sulla Gazzetta in edicola e in digitale

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031