cappella di san bernardo

Via al restauro di San Bernardo

Cercansi fondi

Via al restauro di San Bernardo
Pubblicato:

Si avvia il restauro delle coperture, del campanile, della facciata e delle pareti e delle volte interne della cappella di San Bernardo di Comba Gambasca e Comba Bedale, comunemente conosciuta come San Bernardo degli Agnelli. L’opera, che ha ottenuto l’autorizzazione della Soprintendenza e raccoglie fondi del Pnrr, ha come committente la parrocchia San Martino di Sanfront. Progettista Claudio Ellena di Roccabruna, affidataria dei lavori la Fratelli Dossetto Domenico & Onorato snc di Sanfront.

L’importo complessivo per l’intervento supera i 140 mila euro: c’è una copertura finanziaria per 112 mila euro, la differenza sarà versata dalla parrocchia, confidando nell’opportunità dell’8x1000 e nei bandi delle fondazioni bancarie del territorio.

L’edificio originario risale all’inizio del 1600: era molto più piccolo di quello attuale, con un portico davanti all’ingresso. Verso la fine del ‘700 la chiesetta venne ristrutturata e successivamente ampliata, fino alla creazione del nuovo portico nel 1842. Il campanile risale al 1869. Nel corso dei rilievi è stato constatato uno stato di degrado del manto di copertura, che rende necessario un restauro del tetto su entrambe le falde; anche la cuspide del campanile dovrà essere recuperata.

Sono inoltre previsti interventi di restauro dell’esterno e dell’interno della cappella, con pulitura, rimozione stuccature non idonee, “risarcitura” dei vari strati dell’intonaco ed altre opere al fine di restituire unitarietà complessiva all’edificio.

Questo e molto altro sulla Gazzetta in edicola

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031