Xxx I detenuti del Morandi raccontano la loro versione dell’Odissea di Omero

Xxx I detenuti del Morandi raccontano la loro versione dell’Odissea di Omero
Pubblicato:
Aggiornato:

Iscrizioni aperte (e obbligatorie entro domenica 23 febbraio) per lo spettacolo in programma venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 marzo, alle 15 e alle 17, all’interno della casa di reclusione di Saluzzo “Rodolfo Morandi”.

Trenta detenuti porteranno in scena lo spettacolo teatrale “Ulisse. Una storia sbagliata”, a cura dell’associazione di formazione e produzione teatrale Voci Erranti.

Lo spettacolo rientra nel progetto “Per aspera ad astra”, promosso da Acri e sostenuto da 11 Fondazioni di origine bancaria, tra cui la Fondazione Crc. Per partecipare è obbligatoria la prenotazione scrivendo una mail a info@vocierranti.org o telefonando ai numeri 380-1758323 oppure 340-3732192. Il costo del biglietto è di 10 euro, studenti 8 euro, 5 euro per gli under 14.

«Allo spettacolo teatrale - spiegano Grazia Isoardi, autrice del testo e Marco Mucaria, regista dello spettacolo per Voci Erranti - hanno lavorato in questi mesi 30 detenuti: 20 saliranno sul palco come attori, 5 detenuti si occuperanno della parte audio/luci e altri 5 lavorano alla realizzazione della scenografia e dei costumi».

Lo spettacolo racconta la storia (sbagliata) del primo personaggio della letteratura occidentale e del primo uomo moderno, Ulisse, l’eroe che i Greci chiamano Odisseo: è l’eroe che osò superare le colonne d’Ercole, il viaggiatore inquieto simbolo dell’eterna ricerca, l’uomo diviso tra l’amore per la propria patria e il fascino dell’ignoto.

I detenuti del laboratorio teatrale hanno rivisitato il mito e si sono identificati nei compagni di Ulisse immaginando di invertire la storia perché sono loro a ritornare a casa e non l’eroe.

Archivio notizie
Aprile 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930