Agevolazioni fiscali in materia di edilizia i nostri soldi

Pubblicato:
Aggiornato:

Sono prorogate per il 2020 le agevolazioni fiscali per le spese di ristrutturazione edilizia, di risparmio energetico e il “bonus mobili”.

E' introdotta per il 2020 la detraibilità dall'Irpef, nella misura del 90% delle spese sostenute e documentate, sugli oneri per interventi, inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, volti al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti. Il beneficio spetta solo a condizione che i lavori siano compiuti su edifici situati nelle zone A o B indicate nel decreto del ministro per i lavori pubblici n. 1444/1968.

Qualora i lavori non siano di mera pulitura o tinteggiatura, ma comportino anche risparmio energetico o incidano sulla prestazione energetica del fabbricato, la nuova disposizione va conciliata con la normativa preesistente in materia di risparmio energetico.

Sono ammessi all'agevolazione solo gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi.

Dati i vincoli, non banali, frapposti dalla normativa al godimento del beneficio, è di fondamentale importanza, prima di effettuare qualsiasi intervento, consultare il proprio tecnico di fiducia (geometra, architetto, ingegnere) per verificare la concreta applicabilità dell'agevolazione. Come le note agevolazioni per ristrutturazioni e per risparmio energetico, anche quella per la tinteggiatura delle facciate è suddivisa in dieci quote annuali, da portare in detrazione nell'anno di sostenimento della spesa e in quelli successivi, e va pagata con bonifico “parlante”. La differenza fondamentale risiede nel fatto che, per il nuovo beneficio, non sono previsti limiti di spesa.

*Dottore Commercialista

in Carmagnola

Archivio notizie
Febbraio 2024
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829