fondi pnrr

Fondi PNRR, Cirio replica a Calderoni

Cirio replica Calderoni sul PNRR: "nessun timore, garanzie da Roma"

Fondi PNRR, Cirio replica a Calderoni
Pubblicato:
Aggiornato:

«Nessun finanziamento Pnrr è a rischio nè in provincia di Cuneo in Piemonte».

Così ha affermato il presidente della Regione Alberto Cirio, lunedì mattina, a margine del suo intervento durante l'inaugurazione della nuova sede dell'Itis sulla collina di Verzuolo.

Una risposta ai timori espressi nei giorni scorsi dal sindaco di Saluzzo e segretario provinciale del PD, Mauro Calderoni, che aveva criticato aspramente il governo.

«La scelta scriteriata ed improvvisa del governo Meloni di definanziare parte dei progetti Pnrr - aveva affermato Calderoni - per Saluzzo vuol dire mettere in forse nove importanti opere, alcune già realizzate e altre in corso. Ad esempio, i cantieri al municipio, all'ex tribunale, al campo Damiano 2, nelle piazze Buttini, XX Settembre, Battaglione Alpini, le riqualificazioni dei serramenti degli uffici Tecnico e Ragioneria e di un lotto di illuminazione pubblica. Dalle casse del municipio potrebbe venire a mancare - aveva puntualizzato il sindaco - una cifra significativa: parliamo di circa 6 milioni di euro, una bomba ad orologeria che può mandare in default il Comune».

Le rassicurazioni di Cirio pongono fine ad una querelle che - avvicinandosi la scadenza elettorale - aveva tutti i connotati di una polemica politica.

«Non vi è alcun timore - ha ancora osservato il presidente della Regione - perchè ho avuto precise garanzie dal ministro Fitto; questi allarmismi sono dunque pretestuosi perchè destituiti di fondamento».

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031