Politica a verzuolo

A caccia di un candidato In corsa Quaglia, Pettiti o un esterno

bene comune cerca un nome per il dopo-panero. anello si chiama fuori, vallome per la sinistra

A caccia di un candidato In corsa Quaglia, Pettiti o un esterno
Pubblicato:
Aggiornato:

A tre mesi dalla scadenza dei termini per la presentazione delle liste per le comunali, resta ancora confuso il quadro politico-amministrativo in vista del voto.

Venerdì scorso l’associazione “Verzuolo Bene Comune”, cui fa riferimento la maggioranza uscente, ha indetto una conferenza stampa per ringraziare il sindaco Giancarlo Panero del suo impegno durato dieci anni a servizio della cittadina e per dichiararsi soddisfatta che il programma elettorale è stato ampiamente realizzato.

Spiega il presidente Piero Abello: «Non solo è stato realizzato, ma sono state anche affrontare e risolte questioni rilevanti, che non erano inserite nel programma elettorale, come la riconversione della cartiera Burgo, la realizzazione del nuovo Itis a fianco dell’istituto agrario, il recupero dell’area industriale ex Scott e l’attivazione della Casa della Salute, la prima ad essere divenuta operativa nell’area saluzzese».

Se sul fronte del bilancio di mandato, “Bene Comune” ha le idee chiare, sulle prospettive del dopo-Panero prende ancora tempo.

«Circa la metà degli amministratori uscenti ha manifestato la disponibilità ad un nuovo impegno. Stiamo proseguendo le consultazioni per capire chi, meglio di tutti, può raccogliere il testimone da Panero. Ci sono opzioni sia interne che esterne per cui ci prendiamo ancora qualche giorno per capire chi scegliere».

Abello non lo dice ma i nomi sul tavolo sono quelli di due assessori, Mattia Quaglia e Giampiero Pettiti. Il primo è espressione della frazione Falicetto, il secondo, vicesindaco uscente, di Villanovetta. La terza opzione, quella esterna all’attuale maggioranza, resta al momento misteriosa.

Sul fronte dei possibili competitor, Alberto Anello smentisce la voce che lo indicava come possibile promotore di una lista.

Per quanto riguarda il centrosinistra, fino a questo momento non si sono registrati particolari segnali di vitalità. Chiusa l’ampia parentesi di Gianfranco Marengo, escluso il ritorno dei “riservisti” Giulio Testa o Piero Balbo, nei mesi scorsi si era parlato di una possibile candidatura di Chiara Trucco, già assessora alle Politiche sociali, ma l’indiscrezione non ha trovato conferma.

Probabile, a questo punto, che a rappresentare il centrosinistra verzuolese possa essere il giovane consigliere comunale uscente Luigi Vallome.

Come si vede, poche le certezze fino a questo momento anche se il passare dei giorni imporrà a tutti un’accelerazione per non arrivare impreparati alla scadenza elettorale dell’8 e 9 giugno.

Questo e molto altro in edicola e in digitale

Archivio notizie
Aprile 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930