speciale arredamento case

I colori di porte e finestre seguono lo stile della casa

Una guida sulle finestre e sugli infissi

I colori di porte e finestre seguono lo stile della casa
Pubblicato:

Prima ancora di capire come abbinare porte e finestre sfatiamo una credenza: quelle interne possono anche non essere tutte uguali, ma cambiare a seconda della stanza, anche solo nel colore. Per esempio, spesso nel soggiorno si usano porte a vetro (o con dettagli in vetro), anche scorrevoli, mentre nelle camere quelle in laminato.

Il colore della porta interna e degli infissi, dipende molto da quello del pavimento. Se è scuro, una porta laccata bianca crea un contrasto elegante e raffinato, l’importante è dare luminosità.

Il pavimento chiaro, invece, è più facile da abbinare a porte e infissi, che vanno bene sia chiari che scuri.

Se anche le pareti sono bianche però, meglio optare per un po’ di contrasto con una porta scura per esempio, oppure osando con il colorato.

Vediamo ora qualche consiglio su come scegliere porte e finestre.

1. Considera lo stile. Se lo stile della casa è classico, per esempio con un pavimento a marmo, meglio prediligere il beige o il legno naturale, che sono colori che ben si sposano anche con il parquet. Per ambienti moderni e minimalisti va benissimo il grigio, il bianco o il vetro temperato. Se invece il tuo stile è country è perfetto il colore del legno chiaro.

2. Stesso colore porte e finestre. La prima strategia per abbinare porte e finestre è questa. Il bianco è un classico, che sta meglio su pavimento e pareti scure. Porte e finestre scure, invece riducono un po’ la luminosità, quindi meglio su pavimento e pareti chiare, che vanno a compensare. Problemi che comunque non si presentano in ambienti molto grandi.

2. Porte e finestre a contrasto. Strategia numero due. L’idea giusta è quella di creare abbinamenti che resistono alle mode, quindi scegliendo colori neutri. Partendo sempre dal pavimento puoi scegliere: infissi chiari e porte scure per dare più importanza alle porte; infissi scuri e porte chiare per il contrario; infissi e porte color legno, coordinando i due legni con attenzione (scelta ardua).

4. Porte e infissi bianchi. Una strategia sicura. Se sei un eterno insicuro è l’opzione migliore, almeno per la finitura interna perché fuori può variare.

5. Porte in vetro. Per dare più luce agli ambienti potrai abbinare il pavimento a porte in vetro. Per tutelare la privacy degli ambienti esistono le opzioni in vetro satinato, opaco o sabbiato.

6. Finestre in Pvc. Quando si parla di Pvc, spesso si pensa alle classiche finestre bianche. Non è più così, grazie ai progressi della tecnologia! Tra le caratteristiche delle finestre realizzate con questo materiale c’è proprio quella del bicolore, oltre che la resistenza, l’isolamento e l’impermeabilità.

I colori degli infissi in Pvc comunque, sono tantissimi, anche se i “bianchi” sono i più gettonati perché si adattano a ogni stile e porta, anche classica.

7. Scegli aziende del territorio conosciute e apprezzate per la loro serietà e capacità produttiva. L’ultimo ma prezioso consiglio per abbinare porte e finestre è quello di affidarti all’esperienza di operatori che vengono dalla scuola artigiana e hanno una vasta esperienza nel settore. Tenendo conto che i manufatti belli e di valore hanno un giusto prezzo e una caratteristica fondamentale: durano nel tempo.

Questo e molto altro sulla Gazzetta di Saluzzo in edicola e in digitale

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031