settembre saluzzese

I 25 anni di Attraverso la Memoria da Saluzzo alle cime delle Alpi

Ricordata in città la figura di Gigi Ferraro

I 25 anni di Attraverso la Memoria da Saluzzo alle cime delle Alpi
Pubblicato:
Aggiornato:

Far conoscere e ricordare la “marcia” di un migliaio di ebrei che dopo l’8 settembre 1943 cercarono rifugio in Italia, passando da Saint Martin Vésubie in Francia a Valdieri (valle Gesso), superando il colle Ciriegia e il colle di Finestra.

E’ l’obiettivo dell’iniziativa “Attraverso la Memoria” (promossa dall’associazione Biandrata e dal saluzzese Sandro Capellaro) che è giunta alla 25° edizione e quest’anno celebra l’80° anniversario da quegli eventi, nei giorni successivi all’Armistizio.

Ogni anno, da un quarto di secolo, vengono organizzati incontri, approfondimenti e la ricordo della marcia dai due versanti delle Alpi (quest’anno sarà domenica 3 settembre al colle Ciriegia).

I primi appuntamenti della rassegna sono andati in scena lunedì e martedì a Saluzzo. Lunedì è stata ricordata la figura di Gigi Ferraro, ideatore e promotore di “Attraverso la Memoria”, morto nel 2020 a 78 anni. Sono intervenuti il professor Giuseppe Costa (Università di Torino), Fausto Lamberti e Ivan di Giambattista, che per anni, a diverso titolo, hanno collaborato con lo stesso Ferraro ad “Attraverso la Memoria”.

Martedì 29 agosto, sempre negli spazi del Quartiere di Saluzzo è stato presentato il libro “Un uomo di poche parole: la storia di Lorenzo che salvò Primo” di Carlo Greppo, edizioni Laterza. Il volume è giunto alla decima ristampa.

«Durante la Seconda guerra mondiale - spiegano i curatori -, mentre Primo Levi era prigioniero nel campo di Auschwitz, Lorenzo Perrone, un muratore fossanese con semplici gesti di una gamella quotidiana piena di minestra, lo aiuta a resistere, rischiando la vita egli stesso. In “Se questo è un uomo” Primo Levi ha scritto: “Credo che proprio a Lorenzo debbo di essere vivo oggi”. La loro fu un’amicizia straordinaria che, nata all’inferno, sopravvisse alla guerra e proseguì in Italia fino alla morte di Lorenzo nel 1952. Primo non lo dimenticò mai: chiamò i suoi figli Lisa Lorenza e Renzo, in onore del suo amico».

Attraverso la Memoria 2023 prosegue venerdì 1° settembre a Borgo San Dalmazzo, sabato 2 a Rittana, domenica 3 con il ritrovo in quota e, infine, lunedì 11 a Cuneo.

Questo e molto altro in edicola e in digitale

Archivio notizie
Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930