speciale festival della cucina popolare alpina

I piatti tipici della cucina delle Alpi per la rassegna di Castellar

Sabato e domenica torna il festival della Cucina Popolare Alpina a Cestellar, una rassegna rinnovata e nuova

I piatti tipici della cucina delle Alpi per la rassegna di Castellar
Pubblicato:
Aggiornato:

Il borgo di Castellar ospita la prima edizione del Festival della Cucina Popolare Alpina, momento di festa e d’incontro tra i sapori di Veneto, Liguria, Francia, Piemonte e Valle d’Aosta.

La nuova manifestazione è in programma sabato 9 e domenica 10 settembre grazie al lavoro di squadra tra Compagnia del Buon Cammino, Comitato del Forno & Terres Monviso, con la collaborazione dei consorzi della Valle Bronda (Il Ramassin, la Mela della Valle Bronda, il Pelaverga e le Colline Saluzzesi).

L’idea affonda le radici nel modo di lavorare che ha contraddistinto il territorio in questi anni: valorizzare la tradizione, con essa offrire occasione di cultura e insieme di socialità, farne il perno di un intenso scambio di socialità con il cibo che si fa portatore di storie e idee, e dove partecipare significa conoscere e comprendere, il proprio territorio e il resto dell’arco alpino.

Il Festival avrà inizio alle 17,30 di sabato con l’aperitivo a base di “sprissin”, il mix di Pelaverga e di ramassin della Valle Bronda nato a Castellar dall’intuizione dell’azienda agricola Cucun. A seguire, la cena con la possibilità di scegliere tra i piatti della cucina alpina proposti da 6 diverse cucine. Basterà acquistare i gettoni e poi scegliere tra i piatti, ognuno portatore di una storia e di una tradizione: casonziei da zuca, streppa e caccia là al brusso, il tagliere dell’Ubaye, douce Reinetta con zabaione al Muscat di Chambave e torta di pane, e per chiudere, dalle Terres Monviso, toma e aiolì & acciughe al bagnetto verde o cervo al salmì accompagnato da polenta cotta al forno.

Domenica l’appuntamento con il gusto sarà anticipato al mattino con il risveglio in natura (autoshiatsu), a partire dalle 10, e le letture animate con “Elena in soffitta” dedicate a bambini e ragazzi, con Elena Gonella Doula e un’operatrice Shiatsu. (Contributo 5 euro, prenotazioni: 338-1769046). Dalle 11 i bambini potranno partecipare alle passeggiate a cavallo e al battesimo della sella organizzate da Fly Ranch di Paesana. Si passerà poi al pranzo, a cui seguirà merenda sinoira e aperitivo serale.

Non mancheranno momenti di musica con il coro “Le voci del Piemonte”, sabato sera, dalle 21, e il gruppo occitano della valle Stura Lhi Destartavelà, domenica dalle 14. L’aperitivo di domenica, dalle 18, sarà animato dal dj set di Dj Mux.

Completano il programma o trekking proposti dalla Compagnia del Buon Cammino e dalle Cattedre della Salute.

Questo e molto altro sulla Gazzetta in edicola

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031