Ospedale di saluzzo e savigliano

Così sarà il nuovo ospedale Otto blocchi e 328 posti letto

Cinque piani, 700 posti auto, percorsi separati per utenti e servizi di logistica

Così sarà il nuovo ospedale Otto blocchi e 328 posti letto
Pubblicato:
Aggiornato:

Sarà costituito da 8 blocchi principali, collegati da un corridoio centrale perpendicolare agli stessi. Ognuno avrà un piano interrato e 4 fuori terra.

È il nuovo ospedale del quadrante nord ovest dell’Asl Cn1, quello che sorgerà a Savigliano, lungo la direttrice per Saluzzo. Pochi giorni prima di Natale, nel salone polivalente della Crusà Neira di Savigliano, Asl e Regione hanno firmato il contratto per l’assegnazione della progettazione allo “Studio Altieri” di Thiene, in provincia di Vicenza, che si è aggiudicato la commessa per 5,5 milioni di euro, oltre a Iva e spese tecniche per un totale di pari a 6 milioni e 979 mila euro. La base di gara su cui è stato applicato lo sconto era circa 12 milioni e 109 mila euro oltre Iva e spese tecniche. Lo sconto in sede di gara è stato del 44,18 per cento.

Il nuovo ospedale sorgerà nell’area accanto allo stabilimento Panna Elena tra la Sp662 Savigliano-Saluzzo e la ferrovia Saluzzo-Savigliano; avrà una superficie di 105 mila metri quadrati, con 382 posti letto di cui 57 tecnici e 23 day hospital e 24 posti letto aggiuntivi come “reparto polmone”.

Degli otto blocchi, uno sarà dedicato all’accoglienza e costituirà la hall di ingresso per il pubblico. L’accesso al Pronto Soccorso sarà invece sul lato opposto, così come gli ingressi per la logistica che, attraverso un accesso interrato, posizionato sul lato della ferrovia, utilizzeranno delle vie dedicate, che non interferiranno con il flusso dell’utenza.

Al piano interrato sorgeranno aree a servizio, magazzini e mensa del personale, al piano terra Pronto Soccorso, camere operatorie e spazi per le apparecchiature più grandi. Il primo piano sarà quello del pubblico, con ambulatori e aree di incontro. Secondo e terzo piano saranno dedicati alle degenze.

700 i posti auto del parcheggio, oltre a un grande spazio dedicato al verde pubblico.

«I tempi del cronoprogramma - ha sottolineato l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi - sono stati rispettati, il prossimo passaggio sarà la consegna del progetto esecutivo all’Inail entro giugno».

Giuseppe Guerra, direttore generale dell’Asl Cn1: «È il primo degli otto nuovi ospedali pianificati in Piemonte ad arrivare alla fase progettuale. È stato un grande lavoro di squadra che ha coinvolto Regione, enti locali e personale dell’Asl».

Questo e molto altro sulla Gazzetta in edicola e in digitale

Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031